ESEMPIO DI SPIEGAZIONE DEI DISEGNI

ABBRACCIO  CENTRO TONDO CON INSERTO CENTRALE IN STOFFA.

A) INIZIO: punto iniziale di entrambi i nastrini, proseguendo con il lavoro in senso antiorario come indica la freccia grigia dopo l'inizio; per l'esecuzione del disegno sia esterno che interno seguire il percorso delle frecce.

a) INIZIO SFONDO FIORELLINI: punto iniziale per l'esecuzione dello sfondo a fiorellini; il fiore si esegue con il corrente e il bordino, iniziare dalla freccia 1. Il fiorellino può avere minimo tre petali ma di solito il fiorellino ha quattro o più petali, la spiegazione che segue e' per un fiorellino di quattro petali ma il procedimento e' sempre lo stesso anche se cambia il numero dei petali. Il fiorellino può essere da solo o può formare uno sfondo, è lavorato con due paia che formano una catenella e a metà del petalo si esegue un pippiolino. Eseguo la prima metà del petalo a catenella ed eseguo a metà catenella un pippiolino; il pippiolino lo ripeto su entrambi i lati del petalo; arrivata al centro punto uno spillo tra le due paia e riparto con l'altra metà del petalo sempre a catenella con inserito il pippiolino, arrivata sulla punta del petalo punto uno spillo o mi allaccio su un bordino e ritorno verso il centro. Arrivata in centro * allaccio il paio (quello dalla parte dello spillo) nel foro del primo spillo, riposiziono il primo spillo e ne punto un altro tra le due paia della catenella, vicinissimo al primo spillo; riparto con il terzo petalo* eseguo come spiegato prima tutto il petalo (lato destro e sinistro), mi ritrovo nuovamente al centro e ripeto lo stesso passaggio da * a *. Riparto ed eseguo il quarto e ultimo petalo; mi ritrovo nuovamente al centro ed eseguo i passaggi finali per chiudere il fiorellino, mi allaccio prima nell'ultimo spillo puntato e poi nel primo spillo puntato e dopo le allacciature punto uno spillo tra le due paia e termino la metà del primo petalo e chiudo il fiorellino.  

                    

b) ALLACCIATURE: si possono eseguire delle semplici allacciature oppure delle allacciature con cerchietto centrale: questo tipo di allacciatura, la eseguo con l'ultimo punto lungo; i punti lunghi si preparano durante l'esecuzione del nastrino e bisogna eseguirli un po' più corti rispetto al centro, se c'è segnato il cerchietto, circa alla sua altezza. Quando arrivo all'ultimo punto lungo, esco con il corrente come tutti gli altri (mettiamo in questo caso di uscire a destra), giro il corrente la metà delle girate degli altri punti lunghi più una girata, punto uno spillo al suo fianco destro alla stessa altezza di tutti gli altri spilli e lo allaccio al punto lungo più vicino alla sua destra, rigiro una volta il paio con il quale mi sono allacciata e mi riallaccio al punto lungo successivo; continuo così e allaccio allo stesso modo tutti i restanti punti lunghi. Quando arrivo al punto di partenza giro due volte il paio e mi allaccio al paio girato della partenza all'altezza dello spillo puntato al suo fianco, rigiro il paio una volta e mi allaccio sul piccolo spazio tra l'ultima e la penultima allacciatura, sposto lo spillo dal fianco al centro del punto lungo, giro il corrente tante volte quante ne ho girato alla partenza meno una e rientro nel nastrino. Ricordati: se esci con il corrente a destra, le allacciature si eseguono in senso orario; se esci con il corrente a sinistra, le allacciature si eseguono in senso antiorario. Quando le allacciature sono molto fitte, vicinissime le une alle altre, ad ogni allacciatura si possono prendere con l'uncinetto due, tre, quattro punti lunghi alla volta

    

PUNTI LUNGHI PER ALLACCIATURE: le allacciature tra i nastrini si possono eseguire con il corrente, girandolo più volte e preparando mezzo punto lungo all'andata e l'altro mezzo al ritorno, terminando così l'allacciatura. Si possono eseguire a catenella finta, disegno sotto, si eseguono quando si ha gia eseguito il nastrino su cui allacciarle: esco con il corrente, lo giro varia volte, lo allaccio al lato opposto dell'uscita e ritorno verso il nastrino di partenza allacciando varie volte sul paio girato all'andata, girando ogni volta il paio due volte, queste allacciature sono più eleganti e formano una barretta come la catenella.

c) FIORE A PESCIOLINO: il pesciolino si esegue con due paia: appendo le paia ad uno spillo, eseguo una catenella e poi inizio il pesciolino con il paio destro: giro il paio due volte (G2) e lo incrocio con il paio sinistro, giro due volte (G2) il paio che dopo l'incrocio si trova a sinistra e lo incrocio di nuovo con il paio destro; continuo così per tutto il pesciolino, devo tenere i due fili laterali sempre ben tesi e il filo corrente un po' più lungo degli altri fili. Nel fiore a pesciolino, il procedimento  delle allacciature centrali è lo stesso del fiore a catenella; per riportare le paia al centro, si esegue dietro al pesciolino una catenella oppure un altro pesciolino.

    

d) BORDINO DOPPIO: il doppio bordino lo eseguo con il nastrino; lascio le paia del bordino in attesa ogni volta che il nastrino rientra per poi riprenderle quando torna ad uscire. Per rimettere in lavoro il bordino allaccio il corrente nel foro dello spillo interno dove era in attesa , giro entrambe le paia una volta (G corrente e bordino),  le incrocio tra loro con un passaggio di tela (XGX), punto lo spillo interno e continuo il nastrino. Il bordino, nel lato esterno del centro, si può rifinire con pippiolino.

e) SFONDO: si inizia dal punto a, con la freccia nera e si termina nel punto b, sempre con la freccia nera

www.tombolodisegni.it    pesci60@tombolodisegni.it      Tolloi Gianfranca 0431/878027

 

Copyright ©  2014


Home - E-Mail